Share Button

Il sindaco Spinelli: “Impegno gravoso ma indispensabile per garantire sempre maggior decoro alle nostre strade”

 

FUCECCHIO, 4 MAGGIO 2018. Quasi 230 interventi di sfalcio dell’erba dai marciapiedi programmati tra i mesi di maggio e giugno. E’ il fitto calendario degli operai incaricati dal Comune di Fucecchio per tagliare il verde spontaneo che nel periodo primaverile ed estivo nasce lungo le strade. Si tratta di due cicli di sfalcio che interessano oltre 110 strade del centro e dei quartieri limitrofi, dalla zona di Parco Corsini a quella della Buca del Palio, da quella degli ex seccatoi alla zona industriale di Burello e molte altre.

Si tratta di un impegno costante per la cura degli spazi pubblici iniziato in questi giorni e che si protrarrà fino alla metà del mese per poi riprendere nella seconda metà di giugno con un nuovo ciclo.

Un impegno che però non riguarda soltanto Fucecchio ma anche le frazioni: qui gli interventi sono iniziati ieri da Galleno e proseguiranno

anche in tutte le altre località nei prossimi giorni. Si tratta quindi di un’operazione continua e di un calendario fittissimo di tagli che l’amministrazione ha programmato cercando di renderlo armonico a quello dello spazzamento meccanico delle strade.

Ovviamente quello che riguarda i marciapiedi non sarà l’unico intervento di questo tipo: altrettanto impegno verrà posto su tutto il territorio per il taglio dell’erba sulle banchine stradali. In questo gli interventi inizieranno la prossima settimana e saranno eseguiti con l’ausilio di mezzi meccanici.

Allo stesso modo quello sui manti erbosi dei giardini pubblici: qui i mezzi meccanici sono già all’opera da alcuni giorni.

“Il territorio è vasto – commenta il sindaco Alessio Spinelli – e l’alternanza tra giornate di pioggia e di sole ci costringe a lavorare in tempi ancora più rapidi per evitare che il verde spontaneo si appropri di marciapiedi e banchine stradali. L’impegno che abbiamo messo in campo è comunque molto corposo sia in termini di personale che in termini economici. Il decoro degli spazi pubblici d’altronde rappresenta il biglietto da visita di un territorio, e noi cerchiamo di renderlo il migliore possibile. Le difficoltà certo non mancano e c’è sempre la possibilità di fare meglio ma è sotto gli occhi di tutti che negli ultimi anni su questo versante è stato compiuto un deciso cambio di passo”.

Share Button