Category Archives: Comunicato Stampa

Sfalci su marciapiedi e banchine stradali, a Fucecchio oltre 200 interventi in due mesi

Share Button

Il sindaco Spinelli: “Impegno gravoso ma indispensabile per garantire sempre maggior decoro alle nostre strade”

 

FUCECCHIO, 4 MAGGIO 2018. Quasi 230 interventi di sfalcio dell’erba dai marciapiedi programmati tra i mesi di maggio e giugno. E’ il fitto calendario degli operai incaricati dal Comune di Fucecchio per tagliare il verde spontaneo che nel periodo primaverile ed estivo nasce lungo le strade. Si tratta di due cicli di sfalcio che interessano oltre 110 strade del centro e dei quartieri limitrofi, dalla zona di Parco Corsini a quella della Buca del Palio, da quella degli ex seccatoi alla zona industriale di Burello e molte altre.

Si tratta di un impegno costante per la cura degli spazi pubblici iniziato in questi giorni e che si protrarrà fino alla metà del mese per poi riprendere nella seconda metà di giugno con un nuovo ciclo.

Un impegno che però non riguarda soltanto Fucecchio ma anche le frazioni: qui gli interventi sono iniziati ieri da Galleno e proseguiranno

anche in tutte le altre località nei prossimi giorni. Si tratta quindi di un’operazione continua e di un calendario fittissimo di tagli che l’amministrazione ha programmato cercando di renderlo armonico a quello dello spazzamento meccanico delle strade.

Ovviamente quello che riguarda i marciapiedi non sarà l’unico intervento di questo tipo: altrettanto impegno verrà posto su tutto il territorio per il taglio dell’erba sulle banchine stradali. In questo gli interventi inizieranno la prossima settimana e saranno eseguiti con l’ausilio di mezzi meccanici.

Allo stesso modo quello sui manti erbosi dei giardini pubblici: qui i mezzi meccanici sono già all’opera da alcuni giorni.

“Il territorio è vasto – commenta il sindaco Alessio Spinelli – e l’alternanza tra giornate di pioggia e di sole ci costringe a lavorare in tempi ancora più rapidi per evitare che il verde spontaneo si appropri di marciapiedi e banchine stradali. L’impegno che abbiamo messo in campo è comunque molto corposo sia in termini di personale che in termini economici. Il decoro degli spazi pubblici d’altronde rappresenta il biglietto da visita di un territorio, e noi cerchiamo di renderlo il migliore possibile. Le difficoltà certo non mancano e c’è sempre la possibilità di fare meglio ma è sotto gli occhi di tutti che negli ultimi anni su questo versante è stato compiuto un deciso cambio di passo”.

Share Button

Pulizia delle banchine stradali, un’altra giornata di interventi a Fucecchio

Share Button

Pulizia delle banchine stradali, un’altra giornata di interventi a Fucecchio

FUCECCHIO, 10 APRILE 2018. Si è conclusa un’altra giornata di pulizia delle banchine stradali nel territorio comunale di Fucecchio.Il risultato dimostra che ci sono ancora troppe persone che non considerano un bene proprio l’ambiente che ci circonda, pensando che sia una cosa normale sporcare: 22 sacchi da 80 litri pieni di immondizia raccolta ai bordi delle nostre strade.
Sulla strada provinciale tra Vedute e Poggio Adorno ne sono stati riempiti 10, in Via del Ronzinello 5 (più uno in una traversa), 4 in Via Taviani e 2 in Via Fucecchiello.
Sono mezzi e uomini che potrebbero essere impiegati per altre opere e che invece il Comune di Fucecchio destina a interventi di cura del territorio dimostrando attenzione per la pulizia e il decoro urbano. Si tratta ovviamente di costi che ricadono sulla collettività. Per questo motivo l’amministrazione comunale invita tutti i cittadini che dovessero vedere persone abbandonare o gettare rifiuti a segnalarli, anche in forma anonima, al numero 0571 268.268 (Numero del Comune di Fucecchio dedicato alle segnalazioni).

Share Button
Video

Celebrazioni Leonardiane 2018: Vinci omaggia il suo illustre figlio

Share Button

Celebrazioni Leonardiane 2018: Vinci omaggia il suo illustre figlio
Ricco cartellone di iniziative culturali. Prove generali in vista del fatidico 2019

La città di Vinci, come ogni anno, celebra il suo più illustre “figlio” con un ricco calendario di iniziative tra aprile e maggio, mesi in cui ricorrono nell’ordine la nascita (15 aprile 1452) e la morte (2 maggio 1519) di Leonardo. Eventi culturali, spettacoli, mostre e tanto altro si susseguiranno in queste prime settimane di primavera, con l’intento di offrire ai cittadini e ai turisti in visita l’opportunità di approfondire la figura del celebre Vinciano attraverso eventi di grande spessore culturale, come la Lettura Vinciana, o più divulgativi come le visite guidate ai beni culturali della città.

LVIII Lettura Vinciana
Si inizia sabato 14 aprile, con la 58esima Lettura Vinciana, il tradizionale appuntamento con studiosi ed esperti leonardiani. Alle ore 10.30 presso il Teatro di Vinci, Frank Fehrenbach, docente di Storia dell’arte e dell’architettura presso l’Università di Amburgo e uno tra i massimi studiosi del Vinciano in Europa, approfondirà il tema “Leonardo e la forza della pittura”, cercando di spiegare in che misura la pittura oltrepassa la comune percezione, analizzando quale sia secondo Leonardo il significato che riveste quest’arte nel contesto della natura. La Lettura dello studioso tedesco offrirà una sintesi orientata a illustrare i lineamenti fondamentali della leonardiana “teoria naturale della pittura”.
“Sabato avremo l’onore di ospitare Fehrenbach che, a dispetto della sua giovane età, nel suo curriculum annovera già numerosi incarichi di prestigio, in istituzioni di primissio ordine come le università di Cambridge e Harvard – ha commentato Roberta Barsanti, direttrice del Museo Leonardiano e della Biblioteca Leonardiana – La sua sarà una lettura di grande interesse, sul significato attribuito da Leonardo alla pittura in rapporto con la natura”.

All’origine del Genio
Domenica 15 aprile, dalle ore 10 alle 17.30, presso la casa natale ad Anchiano sono organizzate ogni ora visite accompagnate (in italiano e in inglese), per introdurre il percorso espositivo e narrare la vita di Leonardo e i suoi legami con Vinci. Dalle 11 alle 13 e dalle 15.30 alle 17.30, prevista anche l’apertura straordinaria della Biblioteca Leonardiana con visite (in italiano, ogni 30 minuti) alla collezione della Biblioteca che conserva tutti i codici di Leonardo in versione facsimilare.

Aria, acqua, terra e fuoco
Giovedì 19 aprile alle ore 17.30 in Biblioteca Leonardiana insieme al docente dell’Università di Firenze, Giorgio Federici, si discuterà della centralità della questione ambiente nel tempo della complessità, con la presentazione di “Aria, acqua, terra, fuoco”,volume speciale della collana Testimonianze, rivista fondata da Ernesto Balducci.

I codici di Leonardo: un’occasione perduta
Altro appuntamento da non perdere è quello di sabato 21 aprile in Biblioteca Leonardiana alle ore 10.30, con “I Codici di Leonardo: una occasione perduta”: il prof. Gianlodovico Melzi D’Eril, erede di Francesco Melzi che fu allievo di Leonardo, introdurrà alla storia dei manoscritti vinciani che per secoli furono custoditi nella villa di famiglia a Vaprio D’Adda.

Il mondo di Leonardo
Non mancano ovviamente le iniziative rivolte ai più piccoli. Sabato 21 e domenica 22, così come i successivi 28 e 29 aprile, sempre alle ore 11 le porte del Museo Leonardiano si apriranno per una visita animata per famiglie sul mondo di Leonardo.

Nel calamaio del Fucini
Sabato 28 aprile, invece, esordirà il Primo Festival Fuciniano, nella splendida cornice di Villa Dianella, che fu la casa di Renato Fucini. L’evento inaugurale della kermesse dedicata al grande poeta, con inizio previsto alle 20.30, consisterà in letture e drammatizzazione dei testi di Renato Fucini a cura dell’attore Andrea Giuntini, con l’intervento del prof. Davide Puccini. L’iniziativa è a cura dell’Associazione Elicriso. Nel corso della serata, inoltre, è prevista una visita alla cappella che ospita la tomba di Renato Fucini e di diversi suoi familiari. L’evento è gratuito ma è obbligatoria la prenotazione, telefonando allo 0571 933285.

La gazza ladra – Omaggio a Rossini
Sabato 5 maggio sarà la giornata dedicata a Gioacchino Rossini, con l’inaugurazione della scultura di Emmanuel Chapalain, “La gazza ladra (1817-2017)”, ispirata alla celebre opera rossiniana. Appuntamento alle ore 17 presso il Castello dei Conti Guidi. In serata, alle 21.15 presso il Teatro di Vinci, l’omaggio a Rossini sarà completato dal concerto dell’Orchestra Filarmonica Amadeus, diretta dal maestro Gianmario Cavallaro, con le più celebri arie del repertorio rossiniano.

Il Giorno di Leonardo
Inoltre, dopo l’enorme successo e il grande coinvolgimento di pubblico riscontrato lo scorso anno, la città di Vinci celebra nuovamente il Giorno di Leonardo, in memoria della nascita del Genio avvenuta il 15 aprile 1452. La festa, in programma per l’intera giornata del 15 aprile, realizzata grazie al coordinamento della Pro Loco di Vinci e alla collaborazione di più di 30 associazioni del territorio, animerà il borgo, il sentiero della Strada Verde e la sua Casa natale con musiche e artisti di strada. Nel centro cittadino popolato dai banchi del mercato di prodotti locali, tutti gli edifici del centro ‘vestiranno’ i colori di Vinci con le bandiere gialle e rosse, realizzate anche per l’occasione. Alla luce del tramonto, taglio e assaggi gratuiti della torta realizzata dalle pasticcerie d Vinci per festeggiare il compleanno di Leonardo.

“Le Celebrazioni leonardiane 2018 tornano a svolgersi nell’ambito delle due date più significative per la vicenda biografica di Leonardo, il 15 aprile e il 2 maggio, rispettivamente anniversari di nascita e morte – dichiara l’assessore alla Cultura del Comune di Vinci, Paolo Santini – Si comincia con l’appuntamento scientifico più importante della stagione, la tradizionale Lettura Vinciana, affidata quest’anno ad uno studioso d’eccezione che proporrà un tema davvero affascinante, relativo alla pittura del Genio. Dopo, il 15 aprile, il giorno di Leonardo, per festeggiare degnamente il compleanno con una serie imponente di attività. Le iniziative in programma sono moltissime, e spaziano dalla celebrazione del Vinciano attraverso conferenze dedicate – fra le quali segnaliamo ad esempio l’appuntamento con gli eredi della famiglia Melzi di leonardiana memoria – fino all’arte contemporanea con la collocazione di un’opera dall’altissimo significato simbolico realizzata da un grande artista sulle mura del castello. Un programma davvero ricco di iniziative, che vedrà anche l’esordio del primo festival dedicato a Renato Fucini nella sua terra d’origine. Saranno celebrazioni importanti, prova generale delle celebrazioni che ci attendono nel prossimo fatidico anno leonardiano”.

“Con le Celebrazioni e il Giorno di Leonardo abbiamo voluto mettere insieme l’approfondimento scientifico e le tradizioni popolari – ha aggiunto il sindaco di Vinci, Giuseppe Torchia – Leonardo è il simbolo della città ed è patrimonio di tutti, per cui è giusto che tutti possano festeggiarlo e celebrarlo seguendo i propri gusti e interessi”.

Share Button

Ad “Empoli che scrive”, il bibliotecario Antonio Morelli presenta la sua quinta raccolta di poesie

Share Button

CULTURA. Venerdì 13 aprile alle 19, Cenacolo degli Agostiniani, Empoli

Ad “Empoli che scrive”, il bibliotecario Antonio Morelli presenta la sua quinta raccolta di poesie

Intitolata “Asfodeli e avvertimenti”, edita dagli Editori dell’Acero, modera Giovanni Mennillo, prefatore; letture di Maria Simona Peruzzi

EMPOLI – Un bibliotecario che è anche poeta, stiamo parlando di Antonio Morelli. Un personaggio che, per chi frequenta la biblioteca comunale ‘Renato Fucini’, è un volto conosciuto, uno di casa. Venerdì 13 aprile, alle 19, sarà protagonista, nella splendida cornice del Cenacolo degli Agostiniani, in via dei Neri 15, di un nuovo appuntamento della rassegna culturale dedicata agli autori di ‘casa nostra’, a km0, “Empoli che scrive”.

Nella sua Empoli Antonio Morelli presenterà la sua ultima raccolta di poesie, la quinta, dal titolo “Asfodeli e avvertimenti”, edita dagli Editori dell’Acero.

A moderare l’incontro il prefatore Giovanni Mennillo; letture di Maria Simona Peruzzi. Questa raccolta affronta le diverse tematiche proposte nelle sue composizioni con uno spirito diverso rispetto al passato.

COSA RACCONTANO LE SUE POESIE – Se nelle precedenti raccolte i temi dell’incomprensione del mondo, la solitudine o la disperazione, emergevano dalla poesia stessa, in quest’ultima raccolta sembra che l’autore abbia voluto guardarsi dentro, scandagliare il fondo della sua anima. Possiamo definire questa raccolta più matura quasi che il poeta sia pronto ad affrontare i suoi demoni e che la poesia in questo caso assuma il ruolo di conciliatrice con il mondo esterno.

I greci legavano l’Asfodelo al Regno dei Morti e questi fiori venivano coltivati sulle tombe per la credenza che i morti se ne cibassero. Per Omero le ombre dei defunti si aggirano nell’Ade proprio sui campi di asfodelo. Si tratta insomma di un fiore legato alla morte il cui tema è confermato dalla prima parte della nuova raccolta che sarà dedicata ad alcuni defunti della vita dell’autore.

Ma se esiste una dimensione ‘funerea’ della raccolta, questa va interpretata alla luce della seconda sezione “Mon être mis a nu”, una citazione di una sezione dei “Diari intimi” di Charles Baudelaire “Mon coeur mis à nu”.

Questa nuova raccolta di poesie invece parla di sé, delle proprie vicissitudini di persona, del proprio esserci qui ed ora, dei propri morti, in un dialogo prima di tutto con se stesso. Un percorso di maturazione che, servendosi del poeta, vuole riscoprirsi uomo.

L’AUTORE – Antonio Morelli nasce a Empoli nel 1956, città dove risiede e lavora presso la Biblioteca comunale “Renato Fucini”. Fin dall’adolescenza ha manifestato uno spiccato interesse per la composizione poetica, coltivandola in modo costante fino ad esprimere in versi la usa complessa e tormentata interiorità.

La prima raccolta pubblicata risale al 2006 con “Poesie private”, che raccoglieva i versi più significativi per la sua vita fino a quel momento.

Le altre pubblicazioni sono: “L’acero e la distanza” del 2009, “Diario in versi del brutto tempo” del 2012 e il “Frammentario del mattino” del 2015.

Nel frattempo arrivano anche i primi riconoscimenti, classificandosi secondo ex-equo al premio letterario nazionale “Scarabeus” di Livorno nel 2015; mentre nel 2016 viene segnalato al Premio Internazionale “Salvatore Quasimodo” in riferimento all’opera allora più recente.

Share Button

‘Nascita di una Nazione. Tra Guttuso, Fontana e Schifano’, si presenta al MUVE

Share Button

‘Nascita di una Nazione. Tra Guttuso, Fontana e Schifano’, si presenta al MUVE

La curatrice Ludovica Sebregondi illustra la mostra di Palazzo Strozzi

EMPOLI – Ludovica Sebregondi presenta la mostra ‘Nascita di una Nazione. Tra Guttuso, Fontana e Schifano’. Appuntamento al Museo del Vetro (in Via Ridolfi 70), martedì 10 aprile, alle ore 17.30.

La conferenza della storica dell’arte, curatore di Palazzo Strozzi, aprirà le porte della mostra inaugurata lo scorso 16 marzo e che resterà aperta al pubblico fino al prossimo 22 luglio.

L’esposizione, curata da Luca Massimo Barbero, è uno straordinario viaggio tra arte, politica e società nell’Italia tra gli anni Cinquanta e il periodo della contestazione del Sessantotto, attraverso opere di artisti come Renato Guttuso, Lucio Fontana, Alberto Burri, Piero Manzoni, Mario Schifano.

Un itinerario, quello della mostra, che mette in luce il dibattito tra Realismo e Astrazione, prosegue col trionfo dell’Informale per arrivare alla Pop Art e ai nuovi linguaggi dell’Arte Povera e dell’Arte Concettuale.

La mostra fiorentina è stata l’occasione per ribadire i legami tra l’amministrazione comunale di Empoli e la Fondazione fiorentina, grazie al Fuori mostra che dallo scorso 23 marzo ha luogo proprio nelle sale del Museo del Vetro.

Qui sono infatti ospitate alcune delle opere della Galleria d’Arte Moderna e della Resistenza, istituita nel dicembre del 1974 con l’obiettivo di stimolare l’interesse della cittadinanza, e in particolare delle giovani generazioni, nei confronti della Resistenza e dell’arte moderna nel territorio locale e toscano.

Nella selezione si sono privilegiate le opere di quella che la critica oramai definisce esponenti della ‘scuola empolese’ di cui fecero parte, a vario titolo, Nello e Renato Alessandrini, Virgilio Carmignani, Mario Maestrelli, Sineo Gemignani e Gino Terreni.

Un gruppo di artisti che, nell’appartata Empoli, riuscirono a declinare in modo personale la pluralità di stimoli provenienti dall’ambiente fiorentino, romano e milanese mantenendo però saldo il legame con la tradizione, ritenuta fondamento di ogni innovazione. Anche per questo, molti di loro, recuperarono con sapienza la tecnica dell’affresco.

Tra le opere esposte si ricordano ‘Massaia’ e ‘Incidente sul lavoro’ di Carmignani, di cui sono esposti anche alcuni disegni del tempo di prigionia, ‘Il vetraio’ e ‘La cooperazione’ di Sineo Gemignani, gli Autoritratti di Mario Maestrelli.

Share Button

‘Mercato su’ giardini’, domenica 8 aprile

Share Button

‘Mercato su’ giardini’, domenica 8 aprile
si recupera l’evento annullato per maltempo
Chiusa una parte di piazza Giacomo Matteotti. Modifiche della viabilità per la fiera di Anva Confesercenti che andrà avanti dalle 8 alle 20

EMPOLI – Torna a Empoli il ‘Mercato su’ Giardini’, fiera promozionale con quasi 60 banchi degli ambulanti del mercato. Inizialmente in programma domenica 11 marzo, la kermesse fu annullata per maltempo e adesso viene recuperato. Dunque domenica 8 aprile, in piazza Matteotti, dalle 8 alle 20, è in programma l’evento organizzato da Anva Confesercenti, col patrocinio del Comune di Empoli.

In contemporanea i negozi in sede fissa potranno osservare la facoltà di apertura domenicale.

VIABILITÀ – Saranno in vigore alcune modifiche alla viabilità in piazza Matteotti per permettere lo svolgersi della manifestazione: dalle 7 fino alle 21, e comunque fino al completo spazzamento delle strade interessate dall’evento è previsto il divieto di transito all’intersezione con via Chimenti con conseguente direzione obbligatoria a destra;

inoltre è stabilito il divieto di sosta con rimozione coatta di tutti i veicoli, ambo i lati del tratto compreso tra le intersezioni con via Chimenti e via Marchetti/Salvagnoli.

I banchi occuperanno l’anello interno della piazza, eccetto quelli alimentari che saranno sistemati sulla porzione di strada interdetta al traffico. L’interno della piazza e i suoi giardini saranno tutti fruibili.

Share Button

Oltre 650.000 euro per risanamento dell’asfalto su 40 strade comunali

Share Button

Il piano di interventi è nato grazie alle segnalazioni giunte dai cittadini e a quelle raccolte dal sindaco Brenda Barnini durante le tante assemble svolte coi residenti

EMPOLI – Pronti 654.000 euro da investire in manutenzione e segnaletica stradale. Il 2018 sarà caratterizzato da decine di interventi su numerose strade di competenza comunale della città e di tutte le frazioni di Empoli: in totale si tratta di una quarantina di strade.

È stato infatti firmato l’accordo quadro con la ditta che ha vinto la gara pubblica (Martino Costruzioni) e che per tutto questo anno sarà chiamata a intervenire su situazioni già note o che si verranno a verificare nel corso dei prossimi mesi.

L’obiettivo principale è quello di rimettere in sesto tutte quelle strade e marciapiedi che presentano condizioni di degrado e notevole usura, garantendo la sicurezza di pedoni, ciclisti, automobilisti e coloro che per la strada lavorano, autisti di mezzi pesanti e non solo.

Gli interventi saranno effettuati in tutte le località del territorio comunale di Empoli dove in questi ultimi mesi sono state evidenziate le maggiori criticità. Si tratta di un elenco di situazioni che richiedono lavori di ripristino, più o meno approfonditi, e che sono entrati a far parte del primo ‘Piano Strade’ redatto dall’amministrazione comunale attraverso tutte quelle segnalazioni che sono arrivate direttamente dai cittadini agli uffici di Via del Papa e durante le assemblee pubbliche a cui il sindaco Brenda Barnini ha partecipato negli scorsi mesi.

Molte di queste necessità infatti sono state raccolte parlando a quattrocchi con i residenti durante gli incontri nelle frazioni.

Si tratta di una prima parte di interventi previsti che sono stati preceduti da altre opere di asfaltature, avvenute negli ultimi mesi, come sulla salita per Monterappoli, in Via Salaiola; sulla discesa verso Brusciana, in Via Monteboro; in centro, in Via Giovanni da Empoli; sulla Vecchia 429, nel tratto da Brusciana a Fontanella.

In questi giorni sono iniziati i primi interventi di risanamento dei tratti in cui è necessario intervenire strutturalmente.

Si è iniziato dalla frazione di Avane (Via di Avane). Poi altri lavori sono programmati su Via della Motta fino ad arrivare a Via Nuova di Pagnana, all’intersezione con Via Lucchese.

Ulteriori interventi di risanamento saranno effettati anche in alcuni tratti di queste strade: in Via Molin Nuovo (zona Sant’Andrea-Fontanella), in Via Livornese (zona Ponte a Elsa), Viale della Concordia (in prossimità di Via Livornese), Via F.lli Cervi, Via della Bastia, Via XXV Aprile, sempre in zona Ponte a Elsa, Via del Terrafino, Via di Monteboro, salendo verso la collina; Via di Corniola.

Oggi, giovedì 29 marzo, sono in corso risanamenti su Via del Terrafino, chiusa al traffico proprio per la presenza di lavori in corso.

La ditta procede con il taglio del vecchio asfalto rovinato, la scarifica del manto stradale con il macchinario che va a ‘grattare’ la pavimentazione e quindi immediatamente dopo la nuova asfaltatura del tratto risanato. Inoltre, dopo l’esecuzione di questi lavori, è previsto il ripristino della segnaletica orizzontale.

Questi primi mesi del 2018 sono serviti agli uffici per individuare, in ogni frazione e area cittadina, le priorità sulle quali intervenire: sono previsti interventi oltre ad Avane, Pagnana, Sant’Andrea-Fontanella, Ponte a Elsa, Monteboro e Corniola; anche a Brusciana, Carraia, Cascine, Casenuove, Cortenuova, Marcignana, Monterappoli, Pontorme, Ponzano, Santa Maria, Serravalle, Tinaia e Villanuova.

Share Button

«Vous êtes les bienvenus», studenti francesi accolti dal vicesindaco Mori

Share Button

«Vous êtes les bienvenus», studenti francesi accolti dal vicesindaco Mori

Due scolaresche del Lycéé ‘Alain Borne’ di Montélimar sono in città per scambi culturali con i compagni del ‘Pontormo’ e del ‘Fermi’

Si parlava francese questa mattina, giovedì 22 marzo, nella sala del Consiglio Comunale di Via Giuseppe del Papa. Gli scranni dell’aula erano interamente occupati dagli studenti d‘oltralpe provenienti dal Lycéé ‘Alain Borne’ di Montélimar, accompagnati dai compagni del Liceo Scientifico ‘Il Pontormo’, con docenti e il dirigente scolastico Tommaso Bertelli. Sono stati accolti da Franco Mori, vicesindaco del Comune di Empoli, che ha dato loro il benvenuto in città.

«Siamo felice di ospitarvi qui, ospiti della nostra città. È bello vedervi insieme ed è bello non distinguere il gruppo francese da quello italiano. Questa è una cosa positiva perché parla di vera integrazione, di Europa».

Così Franco Mori ha accolto il gruppo del primo scambio culturale tra studenti italiani e francesi. Ha illustrato brevemente la storia di Empoli, le attività produttive che la hanno caretterizzata in passato, la presenza attuale del polo tecnologico e la tradizione dell’industria dolciaria del ‘freddo’, concludendo con lo sport, attività che viene praticata a tutti i livelli in molte discipline.

A seguire un’altra classe di studenti francesi, sempre provenienti, dal Lycéé di Montélimar (cittadina della regione dell’Alvernia-Rodano-Alpi), sono stati accompagnati da altri loro coetanei dell’istituto di Istruzione Superiore ‘Fermi’ di Empoli. Sempre Mori li ha salutati ufficialmente. I ragazzi, sempre accompagnati dagli insegnanti, hanno visitato il Museo e la Collegiata di Sant’Andrea, il centro storico e il Museo del Vetro.

Share Button

‘MERCATO INTERNAZIONALE’, EMPOLI PREPARA UNA PASQUA COSMOPOLITA

Share Button

Presentata oggi in Comune la terza edizione della kermesse che porta artigianato e gastronomia da tutto il mondo in piazza Matteotti e piazza Ristori. Tra le novità: dolci arabi, fudge anglosassoni, pandolci ungheresi, cous cous siciliano e specialità di Norcia e Amatrice. Tra le conferme, gli stand della paella spagnola, dell’asado argentino, delle ceramiche inglesi ed altri ancora fra i più graditi al pubblico. L’assessore Ponzo Pellegrini: “un appuntamento che ormai ci appartiene; un modo intelligente e virtuoso di fare economia, che unisce curiosità, cultura, diversità”. Il direttore di Confcommercio Toscana Franco Marinoni: “opportunità per una divertente gita fuori porta con famiglia e amici, se il meteo ci assiste sarà facile superare le sessantamila presenze dello scorso anno”

La pasticceria araba con i suoi dolci esotici di miele, datteri e frutta secca; i golosi “fudge” anglosassoni che fondono caramello, panna e cioccolato in un mix irresistibile, per non parlare dei “kürtőskalács”, i pandolci ungheresi difficilissimi da pronunciare, ma ottimi da gustare. E ancora, per chi ama il salato: il cous cous di pesce alla siciliana, poi i salumi, i formaggi e i legumi di Amatrice e Norcia, per non dimenticare mai quelle terre ferite dal terremoto e così vive nel conservare le proprie tradizioni agroalimentari.

Queste sono solo alcune delle novità che porterà con sé il “Mercato Internazionale” di Empoli, che da venerdì 30 marzo a lunedì 2 aprile, a cavallo di Pasqua e Pasquetta, occuperà con i suoi stand le piazze Matteotti e Ristori trasferendo in città le migliori produzioni tipiche artigianali e gastronomiche da tutto il mondo.

La kermesse, giunta alla sua terza edizione e ampliata nella durata (un giorno in più) e nel nome (da “Mercato europeo” a “Mercato internazionale”), è stata ideata dalla Confcommercio di Firenze con il patrocinio del Comune di Empoli, la collaborazione di Fiva-Confcommercio e il sostegno del Gruppo Scotti.

A presentare alcune anticipazioni dell’evento oggi (22 marzo 2018), nella conferenza stampa che si è svolta in Comune, c’erano l’assessore alle attività produttive Antonio Ponzo Pellegrini, la responsabile della comunicazione di Confcommercio Toscana Claudia Pennucci e Francesca Scotti per il Gruppo Scotti, anche quest’anno sponsor ufficiale della manifestazione.

Gli stand del Mercato Internazionale resteranno aperti nei quattro giorni con orario continuato, dalle 9 a mezzanotte. Per chi viene da fuori, il consiglio è di parcheggiare in area stadio (via delle Olimpiadi), per poi raggiungere a piedi piazza Matteotti e piazza Ristori, a due passi dal cuore di Empoli.

Quest’anno saranno rappresentati attraverso i loro prodotti almeno quattro Continenti, dall’Europa ad Asia, Africa e America.

Tra le conferme, il ritorno di alcuni degli stand più amati dal pubblico nelle prime due edizioni: quello della paella spagnola con le sue enormi padelle, l’Argentina con l’asado, la carne alla griglia tipica delle pampas; poi il Messico con tortillas, nachos e burritos, Israele con falafel e humus, la Germania con gli stinchi, i crauti e le birre. Non mancheranno le specialità del cibo di strada da altre parti del mondo, compresa ovviamente l’Italia, che metterà in bella mostra anche alcuni operatori toscani ed empolesi di cioccolato, salumi, formaggi e altre leccornie.

Nella sezione dedicata all’artigianato si potranno trovare le delicate ceramiche inglesi dai decori fioriti o con l’effigie dei reali; le colorate terrecotte ungheresi, l’artigianato orientale tra porta incensi e statuette; la bigiotteria, i tessuti per arredare casa, le spezie e i profumi francesi e via così, in un variegato snodarsi di oggetti utili, decorazioni e idee regalo.

“Il Mercato Europeo, ora Internazionale, arriva alla sua terza edizione e possiamo ormai considerarlo un appuntamento che ci appartiene”, ha detto l’assessore alle attività produttive e Smart City del Comune di Empoli Antonio Ponzo Pellegrini. “Le eccellenze dal mondo fanno tappa nella nostra bella piazza Matteotti e nella vicina piazza Ristori. Portare le famiglie, i giovani, i tanti visitatori a scoprire le tipicità di luoghi lontani in una cornice così raccolta e partecipata, ci fa sentire davvero un po’ tutti cittadini del mondo. Credo che sia un modo intelligente e virtuoso di fare economia, che unisce curiosità, cultura, diversità – ha sottolineato l’assessore. Quest’anno poi abbiamo voluto rafforzare l’identità territoriale dando sempre spazio al banco dedicato al carciofo empolese. Mi piace pensare Empoli come città aperta, che per un weekend diventa capitale in miniatura”.

“La concomitanza con la Pasqua può convincere molte persone a scegliere Empoli per le tradizionali gite fuori porta con famiglia e amici”, ha fatto sapere il direttore di Confcommercio Toscana Franco Marinoni, “di sicuro il Mercato Internazionale offre un’opportunità divertente per fare il giro del mondo senza allontanarsi troppo da casa, in un’atmosfera vacanziera favorita dalla presenza di tanti stand diversi e coinvolgenti. Per i giovani, ad esempio, è diventato un appuntamento irrinunciabile per ritrovarsi a cena con gli amici. Se il meteo ci assiste, sarà facile superare le sessantamila presenze registrate lo scorso anno”.

Share Button

8 marzo, a Fucecchio un ricco calendario di iniziative dedicato alle donna

Share Button

8 marzo, a Fucecchio un ricco calendario di iniziative dedicato alle donna

FUCECCHIO, 6 MARZO 2018. Comune e associazioni insieme per celebrare la giornata internazionale della Donna. A Fucecchio è in programma un calendario ricchissimo di iniziative che abbraccerà tutto il mese di marzo. Un programma nato con l’obiettivo di ricordare le grandi conquiste delle donne nella società italiana ed occidentale in genere, ma anche per guardare al futuro e sottolineare come, nonostante tutto, le donne siano ancora vittime violenze e soprusi in molto parti del mondo.
La celebrazioni di questo mese rappresentano solo un momento di questo percorso, ma non deve sicuramente essere l’unico nell’arco dell’anno
L’amministrazione comunale è molto attiva nel sensibilizzare ad una cultura del rispetto e delle pari opportunità ma sono da considerare uno spazio di confronto e di crescita culturale anche le varie iniziative organizzate dalle associazioni, nel rispetto e nella valorizzazione delle differenze in cui certamente è compresa la differenza di genere.
La Presidente delle Commissione Elette e Nominate, Sabrina Mazzei, e l’Assessore alle pari opportunità, Antonella Gorgerino, dedicano questa ricorrenza a tutte le donne, e in particolare alle bambine e ragazze di oggi che diventeranno le donne di domani, augurando loro un cammino fiero e consapevole.

Anche quest’anno il calendario degli eventi in programma per celebrare la Giornata della Donna è molto ricco e variegato. Dall’8 marzo sarà possibile partecipare a spettacoli, incontri, conferenze, mostre, proiezioni e presentazioni di libri.

GIOVEDÌ’ 8 MARZO
Ore 20 Circolo Pacchi, via Roma 66
Apericena con mostra fotografica a tema e musica dal vivo
A cura del Circolo Pacchi

Ore 21,15 Fondazione I CARE
Proiezione del film “LIBERE, DISOBBEDIENTI, INNAMORATE – IN BETWEEN” di Maysaloun Hamoud (2016) ed a seguire dibattito
A cura dell’associazione FRIDA onlus

VENERDÌ 9 MARZO
Ore 18 Centro Commerciale Coop sez. soci Fucecchio, via di Fucecchiello
Nell’ambito della rassegna “Scrittori fra la gente” presentazione del libro “Ifisia: storia di una donna qualunque” di Laura Fantozzi
A cura della Biblioteca Comunale e della Sezione Soci Coop di Fucecchio

SABATO 10 MARZO
Ore 17,30 palazzo delle Arti – Museo Civico di Fucecchio
Inaugurazione mostra di pittura “Rose rosso sangue” organizzata dal Comune di Fucecchio. Aperta nei giorni di sabato 10/11 e domenica 17/18 in orario 16-19. Fino al 21 marzo è possibile visitare la mostra anche su prenotazione contattando il Museo Civico al numero 0571 268262
A cura del gruppo “Terre di cultura”

SABATO 10/17 E DOMENICA 11/18
Dalle ore 16 alle 19 Museo Civico di Fucecchio
Percorso tematico inerente l’iconografia delle figure femminili presenti in pinacoteca e la proiezione a ciclo continuo “500 anni di bellezza femminile”
A cura del Museo Civico di Fucecchio

DOMENICA 11 MARZO
Ore 17 ed in replica alle ore 21,30 Auditorium La Tinaia al Parco Corsini
Spettacolo teatrale “La luminosa”
Per info e prenotazioni 338 1437867 e odoorstheater@gmail.com
A cura dell’associazione teatrale Open Doors

GIOVEDÌ’ 15 MARZO
Ore 21,15 Fondazione I CARE
Proiezione del film “WE WANT SEX” di Nigel Cole (2010) ed a seguire dibattito ed intervento di Silvia Mozzorecchi della FILCTEM CGIL
A cura dello SPI CGIL di Fucecchio

VENERDÌ 16 MARZO
Ore 18 Teatro Shalom, saletta Don Milani, via Donateschi 33
Presentazione del libro “Figli di un mondo nuovo” di Paola Picchioni
A cura del Movimento Shalom di Fucecchio

SABATO 17 MARZO
Palazzo delle Arti – Museo Civico di Fucecchio
Ore 15,30 “Game over”: conferenza sul femminile con lo psicologo Dott. Valerio Andreotti e dibattito a seguire
Ore 17 Incontro con testimonianze di donne straniere su usi, costumi, tradizioni e tematiche culturali e socio-assistenziali.
A cura di Popoli Uniti, Sportello Donna di Fucecchio (Nosotras) e A.V.O. (Associazione Volontari Ospedalieri)

GIOVEDÌ 22 MARZO
Ore 21,15 Fondazione I CARE
Proiezione del film “L’AMORE RUBATO” di di Irish Braschi (2016) ed a seguire dibattito
A cura dell’associazione LILITH

VENERDÌ 30 MARZO
Circolo Pacchi, via Roma 66
Incontro sul tema della resistenza partigiana
A cura del Gruppo Donne Marzo 8.0, dell’ANPI sez. Fucecchio, sez. Santa Croce s/Arno e sez. Cerreto Guidi

Inoltre…

SABATO 10 MARZO
Ore 15,30 Sala del Consiglio Comunale
“Caleidoscopio Donna”: presentazione di poesie sul tema
A cura di Libera Associazione Poeti e Scrittori (LAPS)
A seguire flash mob dedicato alle “scarpe rosse” sulla scalinata della Chiesa della Collegiata in piazza V. Veneto

SABATO 10 MARZO
Presso il Cinema Teatro LUX di Fucecchio, vicolo delle Carbonaie 1
Ore 16 incontro e dibattito “Tra misoginia e diritti – le sfide della contemporaneità alle donne di oggi” relatrice Angelica Zazzeri del CIF toscano
Ore 21,15 commedia “Il caso di Alessandro e Maria” con la regia di Claudio Cinelli
A cura del CIF – Centro Italiano Femminile di Fucecchio in collaborazione con l’Associazione Teatrale Fucecchiese

DA GIOVEDÌ 8 A SABATO 24 MARZO
presso la Biblioteca comunale “Signora Scienza”: installazione con biografie di donne della storia passata e recente che sono state artefici di importanti scoperte scientifiche.

Share Button